IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

echoposix - Online nel cloud

Esegui echoposix nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando echoposix che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici workstation online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


echo — scrive argomenti nell'output standard

SINOSSI


eco [stringa...]

DESCRIZIONE


eco utility scrive i suoi argomenti nello standard output, seguito da a . Se
non ci sono argomenti, solo il è scritto.

VERSIONI


eco l'utilità non deve riconoscere il "--" argomento nel modo specificato da
Linea guida 10 del volume delle definizioni di base di POSIX.1‐2008, Sezione 12.2, Utilità Sintassi
Linee Guida; "--" deve essere riconosciuto come un operando stringa.

Le implementazioni non supportano alcuna opzione.

OPERANDI


Devono essere supportati i seguenti operandi:

stringa Una stringa da scrivere nell'output standard. Se il primo operando è -n, o se del caso
degli operandi contengono a carattere, i risultati sono attuazione-
definito.

Sui sistemi conformi a XSI, se il primo operando è -n, deve essere trattato come
stringa, non un'opzione. Le seguenti sequenze di caratteri devono essere riconosciute su
Sistemi conformi a XSI all'interno di uno qualsiasi degli argomenti:

\a Scrivi an .

\b Scrivi a .

\c Sopprime il che altrimenti segue l'argomento finale nel
produzione. Tutti i caratteri che seguono '\C' negli argomenti deve essere
ignorato.

\f Scrivi a .

\n Scrivi a .

\r Scrivi a .

\t Scrivi a .

\v Scrivi a .

\\ Scrivere un carattere.

\0num Scrivi un valore a 8 bit che sia zero, uno, due o tre cifre ottale
numero num.

STDIN


Non usato.

INGRESSO FILE


Nessuno.

AMBIENTE VARIABILI


Le seguenti variabili d'ambiente influiranno sull'esecuzione di eco:

LUNGO Fornire un valore predefinito per le variabili di internazionalizzazione non impostate o
nullo. (Vedi il volume Definizioni di base di POSIX.1-2008, Sezione 8.2,
Internazionalizzazione Variabili per il primato dell'internazionalizzazione
variabili utilizzate per determinare i valori delle categorie locali.)

LC_TUTTI Se impostato su un valore di stringa non vuoto, sovrascrive i valori di tutti gli altri
variabili di internazionalizzazione.

LC_CTYPE Determinare la localizzazione per l'interpretazione di sequenze di byte di dati di testo
come caratteri (ad esempio, caratteri a byte singolo anziché caratteri multibyte in
argomenti).

LC_MESSAGGI
Determinare la localizzazione che dovrebbe essere usata per influenzare il formato e il contenuto di
messaggi di diagnostica scritti nell'errore standard.

NLSPATH Determinare la posizione dei cataloghi dei messaggi per l'elaborazione di LC_MESSAGGI.

ASINCRONO EVENTI


Predefinito.

STDOUT


eco gli argomenti di utilità devono essere separati da single personaggi e a
carattere deve seguire l'ultimo argomento. Le trasformazioni dell'output devono avvenire in base al
sequenze di escape nell'input. Vedere la sezione OPERANDI.

STDERR


L'errore standard deve essere utilizzato solo per i messaggi di diagnostica.

USCITA FILE


Nessuno.

EXTENDED DESCRIZIONE


Nessuno.

EXIT STATUS


Devono essere restituiti i seguenti valori di uscita:

0 Completamento riuscito.

>0 Si è verificato un errore.

CONSEGUENZE OF ERRORI


Predefinito.

seguito sezioni cambiano ciclicamente Informativo.

APPLICAZIONI USO


Non è possibile utilizzare eco portabilità su tutti i sistemi POSIX a meno che entrambi -n (come il
primo argomento) e le sequenze di escape vengono omesse.

printf l'utilità può essere utilizzata in modo portatile per emulare uno qualsiasi dei comportamenti tradizionali del
eco utilità come segue (assumendo che IFS ha il suo valore standard o non è impostato):

* Lo storico Sistema V eco e i requisiti sulle implementazioni XSI in questo volume
di POSIX.1‐2008 sono equivalenti a:

printf "%b\n$*"

* Il BSD eco è equivalente a:

if [ "X$1" = "X-n" ]
poi
spostamento
printf "%s$*"
altro
printf "%s\n$*"
fi

Le nuove applicazioni sono incoraggiate a utilizzare printf invece di eco.

ESEMPI


Nessuno.

FONDAMENTO LOGICO


eco l'utilità non è stata resa obsoleta a causa del suo uso estremamente diffuso in
applicazioni storiche. Applicazioni conformi che desiderano eseguire la richiesta senza
caratteri o che potrebbe aspettarsi di echeggiare a -n, dovrebbe usare il
printf utility derivata dal sistema della Nona Edizione.

Come specificato, eco scrive i suoi argomenti nel modo più semplice. I due diversi
versioni storiche di eco variano in modi fatalmente incompatibili.

Il BSD eco controlla il primo argomento per la stringa -n che lo induce a sopprimere il
che altrimenti seguirebbe l'argomento finale nell'output.

Il sistema V eco non supporta alcuna opzione, ma consente sequenze di escape all'interno del suo
operandi, come descritto per le implementazioni XSI nella sezione OPERANDI.

eco l'utilità non supporta la linea guida 10 per la sintassi dell'utilità perché storica
le applicazioni dipendono da eco fare eco per tutti i nostri marchi storici dei suoi argomenti, fatta eccezione per il -n opzione nel
versione BSD.

FUTURO INDICAZIONI


Nessuno.

Utilizzare echoposix online utilizzando i servizi onworks.net


Ad


Ad