IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

g-ir-scanner - Online nel cloud

Esegui g-ir-scanner nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando g-ir-scanner che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici workstation online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


g-ir-scanner - estrazione di metadati C da sorgenti e intestazioni

SINOSSI


g-ir-scanner [OPZIONE...] FILE...

DESCRIZIONE


g-ir-scanner è uno strumento che genera file XML GIR analizzando le intestazioni e analizzando introspezione
Librerie basate su GObject. Di solito viene invocato durante la normale fase di compilazione di un progetto
e le informazioni vengono salvate su disco e successivamente installate, in modo che le associazioni linguistiche e
altre applicazioni possono usarlo. I file di intestazione e i file sorgente vengono passati come argomenti
sulla riga di comando. Il suffisso determina se un file deve essere trattato come un file sorgente
(.c) o un file di intestazione (.h). Attualmente solo le librerie basate su C sono supportate dallo scanner.

VERSIONI


--Aiuto Mostra opzioni di aiuto

--silenzioso
Se superato, non stampare i dettagli del normale funzionamento.

--avverti tutti
Visualizza avvisi per l'API pubblica che non è introspettiva.

--warn-errore
Fai in modo che gli avvisi siano errori fatali.

--format=FORMATO
Questo parametro decide quale formato verrà utilizzato. Il valore predefinito
è ragazza.

--include=NOME
Aggiungi la dipendenza di introspezione specificata allo spazio dei nomi scansionato. NOME è di
il modulo NAMESPACE-VERSION, come Gtk-3.0.

--include-uninstalled=PERCORSO
Aggiungi la dipendenza di introspezione specificata allo spazio dei nomi scansionato. Questo è diverso
da --include in quanto prende un percorso di file e non elabora il pkg-config
dipendenze (poiché potrebbero non essere ancora installate).

--add-include-path=PERCORSO
Aggiungere una directory al percorso utilizzato dallo scanner per trovare i file GIR. Può essere utilizzato
più volte per specificare più directory

-io, --library=LIBRERIA
Specifica una libreria che verrà esaminata. Ciò significa che *_get_type()
le funzioni in esso contenute verranno chiamate per i tipi di dati GObject. Il nome della biblioteca
non dovrebbe contenere il prefisso iniziale della libreria né il suffisso finale della libreria condivisa.

-L, --library-path=PERCORSO
Includere questa directory durante la ricerca di una libreria. Questa opzione può essere specificata
più volte per includere più di una directory in cui cercare le librerie.

-Idirectory
Includere questa directory nell'elenco delle directory in cui cercare i file di intestazione.
Devi passare allo scanner tutte le directory che normalmente passeresti allo scanner
compilatore quando si utilizzano i file sorgente specificati.

-n, --namespace=NOME
Il nome dello spazio dei nomi. Questo nome dovrebbe essere in maiuscolo, ad esempio la prima lettera dovrebbe essere
maiuscolo. Esempi: Gtk, Clutter, WebKit.

--no-libtool
Disabilita l'uso di libtool per la compilazione del binario di introspezione degli stub. Usa questo se il tuo
il sistema di compilazione non richiede libtool.

--libtool
Percorso completo dell'eseguibile libtool. Tipicamente utilizzato per i sistemi Automake.

--nsversion=VERSIONE
La versione dello spazio dei nomi. Ad esempio 1.0. Questa è di solito la versione della piattaforma, ad es
2.0 per Gtk+, non 2.12.7.

-P, --programma=PROGRAM
Specifica un binario che verrà analizzato. Ciò significa che *_get_type()
le funzioni in esso contenute verranno chiamate per i tipi di dati GObject. Il binario deve essere modificato
prendere un'opzione --introspect-dump= e passare l'argomento a questa funzione a
g_irepository_dump.

--program-arg=ARG
Argomento aggiuntivo da passare al programma per l'introspezione.

--identifier-prefix=PREFIX
Questa opzione può essere specificata più volte. Ognuno dà un prefisso che sarà
rimosso da tutti gli identificatori C. Se non viene specificato, verrà utilizzato lo spazio dei nomi.
Ad esempio, un prefisso identificativo di foo esporterà l'identificatore tipdef struct _FooBar
FooBar; as Foo.Bar.

--symbol-prefix=PREFIX
Questa opzione può essere specificata più volte. Ognuno dà un prefisso che sarà
spogliato da tutti i simboli C. Ad esempio, un prefisso del simbolo di foo esporterà il simbolo
foo_bar_do_qualcosa as Foo.Bar.fai_qualcosa.

--accetta-senza prefisso
Se specificato, lo scanner accetterà identificatori e simboli che non corrispondono
il prefisso dello spazio dei nomi. Cerca di evitare di usarlo se possibile.

--output=NOMEFILE
Nome del file da esportare. Normalmente spazio dei nomi + estensione del formato. Per esempio,
GLib-2.0.gir.

--pkg=PACCHETTO
Elenco dei pacchetti pkg-config da cui ottenere i flag del compilatore e del linker. Questa opzione può
essere specificato più volte per includere flag da diversi pacchetti pkg-config.

--pkg-export=PACCHETTO
Elenco dei pacchetti pkg-config forniti dal gir generato. Questa opzione
può essere specificato più volte se gir fornisce più pacchetti. Altrimenti
specificato, verranno utilizzati i pacchetti specificati con --pkg=.

--verboso
Sii prolisso, includi alcune informazioni di debug.

AMBIENTE VARIABILI
Il g-ir-scanner utilizza la variabile XDG_DATA_DIRS per controllare le directory, le girs sono
situato in XDG_DATA_DIRS/gir-1.0. Normalmente è impostato su una distribuzione quindi
non dovrebbe essere necessario impostarlo da soli.

La variabile GI_SCANNER_DISABLE_CACHE assicura che lo scanner non scriverà la cache
dati a $HOME.

Usa g-ir-scanner online utilizzando i servizi onworks.net


Ad


Ad