IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

gyoto - Online nel cloud

Esegui gyoto nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando gyoto che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici workstation online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


Gyoto - il tracciatore dell'orbita della relatività generale dell'Observatoire de Paris

SINOSSI


gioto [--silenzioso|--silenzioso|--verboso[=N]|- debug]
[--no-signfpe]
[--Aiuto] [--elenco]
[--ispec=i0:i1:di] [--jspec=j0:j1:dj]
([--sono dentro=i0] [--imax=i1] [--di=di])
([--jmin=j0] [--jmax=j1] [--dj=dj])
[--tempo=teppisti] [--tmin=min]
[--fov=angolo] [--risoluzione=npix] [--distanza=dist]
[--paln=Omega] [--inclinazione=i] [--discussione=theta]
[--nthread=ennesimo] [--nprocessi=nprocs]
[--plugin=elenco di plug-in]
[--coordinate-di-impatto[=fnome.si adatta]]
[--unità[=unità]]
[--parametro=Percorso::Nome[=APPREZZIAMO]]
[--xmlwrite=output.xml]
[--] input.xml uscita.adatta

DESCRIZIONE


Gyoto è un framework per il calcolo delle geodetiche in spazio-tempi curvi. Il gioto utilità
programma utilizza questo framework per calcolare immagini di oggetti astronomici nelle vicinanze di
oggetti compatti (es. buchi neri). Tali immagini sono distorte da una forte gravità
lente.

gioto prende una descrizione dello scenario in formato XML (input.xml), calcola questo scenario usando
ray-tracing relativistico e salva il risultato in formato FITS.

Un programma di accompagnamento, gioioso(1), può essere utilizzato per visualizzare in modo interattivo una singola geodetica
in qualsiasi metrica Gyoto (la traiettoria di un singolo fotone o di una particella massiccia).

Il ray-tracing può richiedere molto tempo. È possibile interrompere il processo in qualsiasi momento
tempo premendo ^C, che salverà la parte già calcolata dell'immagine prima di uscire
il programma. Puoi quindi calcolare il resto dell'immagine in un secondo momento usando il --jmin opzione.

VERSIONI


The gioto programma accetta molte opzioni. La maggior parte ha un nome lungo (es --parametro) E
nome breve (es -E). Quando un'opzione accetta un argomento, questo argomento deve seguire
immediatamente l'opzione corta (es -EPercorso::Nome) ed essere separato dall'opzione lunga da
esattamente il carattere "=" (es --parametro=Percorso::Nome). Le opzioni lunghe possono essere abbreviate
purché l'abbreviazione non sia ambigua (ad es --par=Percorso::Nome). La maggior parte delle opzioni può
appaiono più volte e vengono elaborati nell'ordine in cui appaiono nella riga di comando. Il
due parametri posizionali (input.xml e uscita.adatta) può apparire ovunque nel comando
riga, tranne se iniziano con un carattere meno (-), nel qual caso devono apparire per ultimi,
dopo l'opzione --.

ottenere Aiuto
--Aiuto
-h Stampa il riepilogo della guida. Sebbene non sia così dettagliato come questa pagina di manuale, l'output di
gioto -h potrebbe essere più completo e aggiornato. Quindi uscire dal programma, a meno che --elenco
di seguito è stato solo specificato.

--elenco
-l Stampa l'elenco di Astrobj, Metric ecc. attualmente registrati, quindi esci dal programma.
Ciò si verifica dopo il caricamento input.xml (se fornito), in modo che qualsiasi plug-in specificato in
il file di input è già stato caricato.

Configurazione le verbosità livello
Queste opzioni vengono elaborate separatamente dalle altre e hanno effetto all'inizio del programma
esecuzione.

--silenzioso
-s Nessuna uscita.

--silenzioso
-q Uscita minima.

--verboso[=N]
-v[N] Modalità dettagliata. Livello di verbosità N può essere specificato.

- debug
-d Follemente prolisso.

--no-signfpe
Non cercare di aumentare SIGFPE su eccezioni aritmetiche. Questa opzione è significativa
solo se è integrato il supporto per fenv.h. Altrimenti questa opzione non è possibile poiché SIGFPE non lo è mai
sollevato.

Caricamento in corso i plug-in
--plugin[=[nofail:]plug1[,[nofail:]plug2][...]]
-p[[nofail:]plug1[,[nofail:]plug2][...]]
Elenco separato da virgole di plugin Gyoto da caricare. Sostituisce l'ambiente GYOTO_PLUGINS
variabile sottostante. Conta solo l'ultima occorrenza.

Selezione a regione
È possibile eseguire il ray-tracing solo di una parte dello scenario fornendo le coordinate in pixel di
in basso a sinistra (i0, j0) e in alto a destra (i1, j1) angoli della regione. In basso a sinistra
il pixel dell'immagine completa ha coordinate i=1 e j=1. Il passo in ogni direzione (di,
dj) può anche essere specificato.

--ispec=[i0]:[i1]:[di]
-i[i0]:[i1]:[di]
--jspec=[j0]:[j1]:[dj]
-j[j0]:[j1]:[dj]
Valori standard: x0: 1; x1: npix (vedi opzione --risoluzione sotto); dx: 1.

--ispec=N
-iN
--jspec=N
-jN Imposta entrambi x0 e x1 a N.

Alternato regione-selezione opzioni:
Queste opzioni sono ancora supportate per la compatibilità con le versioni precedenti. Sono deprecati in
favore di --ispec e --jspec sopra:

--sono dentro=i0
Valore predefinito: 1.

--imax=i1
Valore predefinito: npix (vedi opzione --risoluzione sotto).

--di=di
Valore predefinito:1.

--jmin=j0
Valore predefinito: 1.

--jmax=j1
Valore predefinito: npix (vedi opzione --risoluzione sotto).

--dj=dj
Valore predefinito:1.

Configurazione le stanza posizione
I seguenti parametri sono normalmente forniti nella sezione Schermata di input.xml ma può
essere sovrascritto sulla riga di comando ad esempio per fare un film (chiamando gioto per ciascuno
fotogramma del filmato, cambiando solo l'opzione --tempo).

--tempo=teppisti
Il tempo di osservazione in unità geometriche.

--fov=angolo
Il campo visivo della telecamera, in radianti.

--risoluzione=npix
-rnpix Numero di righe e colonne nell'immagine di output.

--distanza=dist
(Coordinate) distanza dall'osservatore al centro del sistema di coordinate, in
unità geometriche.

--paln=Omega
Angolo di posizione della linea dei nodi, in radianti, a est del nord. Il è l'angolo
tra la direzione Nord e la linea dei nodi (vedi sotto).

--inclinazione=i
Angolo tra il piano del cielo e l'equatore del sistema di coordinate. Il
l'intersezione di questi due piani è la linea dei nodi.

--discussione=theta
Angolo nel piano equatoriale tra la linea dei nodi e uno degli assi principali di
il sistema di coordinate

Varie ed eventuali
Opzioni non ordinate:

-- Termina l'elaborazione dell'opzione, nel caso in cui sia input.xml or uscita.adatta inizia con "-".

--nthread=ennesimo
-Tennesimo Numero di thread paralleli da utilizzare. Ad esempio, su una macchina dual-core,
--nthread=2 dovrebbe produrre il calcolo più veloce. Questa opzione viene silenziosamente ignorata
se Gyoto è stato compilato senza il supporto dei thread POSIX. Si noti che la metrica e
gli oggetti vengono replicati per ogni thread, il che può portare a una diminuzione delle prestazioni
se uno dei due è ad alta intensità di memoria. Impostare questa opzione su 0 equivale a impostarla
a 1.

--nprocessi=nprocs
-Pnprocs
Numero di processi MPI da generare per il ray-tracing parallelo, oltre al principale
gyoto che rimane per la gestione del calcolo. Ignorato se gyoto fosse
compilato senza supporto MPI. nprocs è il numero di lavoratori generati. -P0 disabilita
Multi-elaborazione MPI, mentre -P1 utilizza due processi: il manager e un lavoratore. Se
nprocs è >0, --nthreads viene ignorato. Nota che l'ambiente MPI di solito ha bisogno di
essere impostato utilizzando qualche variante di mpirun. Dovresti avviare solo un'istanza di
gioto e lascia che generi i suoi operai:
mpirun -np 1 gioto -Pnprocs input.xml uscita.adatta

--coordinate-di-impatto[=Impactcoords.fits]
In alcune circostanze, potresti voler eseguire diversi calcoli in cui
le geodetiche calcolate finiscono per essere esattamente identiche. Questo è il caso, ad esempio, se
vuoi sperimentare cambiando lo spettro di una stella o quando fai un film di a
disco rotante, otticamente spesso. Questa opzione fornisce un meccanismo per non ricalcolare
le geodetiche nel caso più semplice:

· lo schermo è sempre nella stessa posizione;

· la metrica è sempre esattamente la stessa;

· l'Astrobj è otticamente spesso (non è necessaria alcuna elaborazione di trasferimento radiativo);

· la posizione e la forma dell'Astrobj sono sempre le stesse.

If --coordinate-di-impatto è passato senza specificare Impactcoords.fits, la coordinata 8
i vettori dell'oggetto e del fotone nel punto di impatto vengono salvati per ogni punto del
Schermo. I dati mancanti (nessun impatto) sono impostati su DBL_MAX. Questi dati vengono salvati come a
immagine supplementare HDU nel file FITS che è identificato dal suo EXTNAME: "Gyoto
Coordinate di impatto". La parola chiave FITS "HIERARCH Gyoto Observing Date" di questo HDU
contiene la data di osservazione (in unità geometriche).

If Impactcoords.fits è specificato, i dati sopra citati vengono riletti da questo
file. Il ray-tracing non viene eseguito, ma il
Il metodo Gyoto::Astrobj::Generic::processHitQuantities() è chiamato directy, ottenendo
lo stesso risultato se le quattro condizioni di cui sopra sono soddisfatte. La data di osservazione memorizzata in
la parola chiave FITS "HIERARCH Gyoto Observing Date" viene confrontata con la data specificata
sullo schermo o utilizzando il --tempo opzione e le coordinate di impatto vengono spostate in
tempo di conseguenza.

È anche possibile impostare contemporaneamente le due versioni di questa opzione:
--coordinate-di-impatto=Impactcoords.fits --coordinate-di-impatto
In questo caso, le coordinate di impatto vengono lette da Impactcoords.fits, spostato in
tempo e risparmiato in uscita.adatta.

--unità[=unità]
-u[unità]
Specificare l'unità da utilizzare per consentire le istanze di --parametro, fino alla prossima istanza di
--unità.

--parametro=Percorso::Nome[=APPREZZIAMO]
-EPercorso::Nome[=APPREZZIAMO]
Imposta il parametro arbitrario per nome. I parametri possono essere impostati in Astrobj, Metric ecc.
usando il sentiero componente. Ad esempio,

Ad esempio, assumendo l'Astrobj in stella.xml ha una proprietà denominata "Raggio" che
può essere impostato nell'unità "km" e una proprietà denominata "Spectrum" che ha una proprietà denominata
"Temperatura", possiamo impostare il raggio, la temperatura e le quantità da calcolare (a
proprietà nello Scenario stesso) con:
gioto -EQuantità=Spettro \
-ukm -EAstrobj::Raggio=3 \
-u -EAstrobj::Spettro::Temperatura=1000 \
star.xml star.fits

gioto --parameter=Quantità=Spettro \
--unit=km --parameter=Astrobj::Raggio=3 \
--unit="" --param=Astrobj::Spettro::Temperatura=1000 \
star.xml star.fits

--xmlwrite=output.xml
-Xoutput.xml
Riscrivi lo scenario in un file XML. Il nuovo file conterrà un valore predefinito aggiuntivo
parametri e riflettono l'effetto di
--(astrobj|metric|scenario|schermo|spettrometro)-parametro che appaiono prima
--xmlwrite. Può apparire più volte, ad esempio per generare diversi file XML con
impostazioni diverse.

Usa gyoto online utilizzando i servizi onworks.net


Ad


Ad