IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

xymonping - Online nel cloud

Esegui xymonping nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando xymonping che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici workstation online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


xymonping - Strumento di ping Xymon

SINOSSI


xymonping [--tentativi=N] [--timeout=N] [indirizzi IP]

DESCRIZIONE


xymonping(1) viene utilizzato per il ping test degli host monitorati dal xymon(7) monitoraggio
sistema. Legge un elenco di indirizzi IP da stdin ed esegue un controllo "ping" per vedere se
questi ospiti sono vivi. Normalmente è invocato dal xymonnet(1) utilità, che esegue
tutti i test di rete Xymon.

Facoltativamente, se un elenco di indirizzi IP viene passato come argomenti della riga di comando, verrà eseguito il ping
quegli IP invece di leggerli da stdin.

xymonping gestisce solo indirizzi IP, non nomi host.

xymonping è stato ispirato dal fping(1) strumento, ma è stato scritto da zero a
implementare un tester ping veloce senza molto del sovraccarico trovato in altre utilità di questo tipo.
L'output di xymonping è simile a quello di "fping -Ae".

xymonping sonda più sistemi in parallelo e quindi il tempo di esecuzione è per lo più
dipende dall'impostazione del timeout e dal numero di tentativi. Con le opzioni predefinite,
xymonping impiega circa 18 secondi per eseguire il ping di tutti gli host (testato con un set di input di
1500 indirizzi IP).

SUID-RADICE MONTAGGIO OBBLIGATORIO


xymonping deve essere installato con i privilegi di suid-root, poiché richiede un "raw
socket" per inviare e ricevere pacchetti Echo (ping) ICMP.

xymonping è implementato in modo tale da eliminare immediatamente i privilegi di root e solo
li riacquista per eseguire due operazioni: ottenere il socket non elaborato e, facoltativamente, associare
esso a un indirizzo di origine specifico. Queste operazioni vengono eseguite come root, il resto del
time xymonping viene eseguito con i normali privilegi utente. In particolare, nessun dato fornito dall'utente o
i dati di rete vengono utilizzati durante l'esecuzione con i privilegi di root. Pertanto dovrebbe essere sicuro
fornire a xymonping i necessari privilegi di root suid.

VERSIONI


--retry=N
Imposta il numero di tentativi per gli host che non rispondono al ping iniziale, ad es
il numero di sonde ping inviate oltre alla sonda iniziale. L'impostazione predefinita è
--retries=2, per eseguire il ping di un host 3 volte prima di concludere che non risponde.

--timeout=N
Determina il timeout (in secondi) per le sonde ping. Se un host non risponde
entro N secondi, è considerato non disponibile, a meno che non risponda a uno dei
riprova. Il valore predefinito è --timeout=5.

--risposte=N
xymonping normalmente interrompe il ping di un host dopo aver ricevuto una singola risposta e utilizza
quello per determinare il tempo di andata e ritorno. Se la prima risposta impiega più tempo ad arrivare
- ad esempio a causa di un sovraccarico di rete aggiuntivo quando si determina per la prima volta il percorso verso
l'host di destinazione: potrebbe distorcere i rapporti sui tempi di andata e ritorno. Puoi quindi usare questo
opzione per richiedere N risposte e xymonping calcolerà il tempo di andata e ritorno come
la media di tutti i tempi di risposta.

--max-pps=N
Numero massimo di pacchetti al secondo. Questo limita il numero di pacchetti ICMP
xymonping invierà al secondo, applicando un breve ritardo dopo che ogni pacchetto è
spedito. L'impostazione predefinita prevede l'invio di un massimo di 50 pacchetti al secondo. Notare che
aumentare questo può causare l'inondazione della rete e poiché i pacchetti ICMP possono essere
scartato da router e altre apparecchiature di rete, ciò può causare un comportamento irregolare
con host registrati come non rispondenti quando in realtà sono OK.

--source=INDIRIZZO
Utilizzare ADDRESS come indirizzo IP di origine dei pacchetti ping inviati. Su multi-homed
sistemi, consente di selezionare l'IP di origine degli host in uscita, che potrebbe essere
necessario per il funzionamento del ping.

- debug
Abilita output di debug. Questo stampa tutti i pacchetti inviati e ricevuti.

Usa xymonping online usando i servizi onworks.net


Ad


Ad