IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

harep - Online nel cloud

Esegui harep nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando harep che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici postazioni di lavoro online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


harep - strumento di riparazione automatica Ganeti

SINOSSI


arpione [ [-L | --luxi ] = presa di corrente ] [ --job-delay = secondo ]

arpione --versione

DESCRIZIONE


Harep è lo strumento di riparazione automatica Ganeti. È in grado di rilevare che un'istanza è interrotta e
per generare una sequenza di lavori che lo risolveranno, secondo le politiche stabilite dal
amministratore.

Harep è in grado di riconoscere in quale stato si trova un'istanza (integro, sospeso, da riparare,
riparazione non consentita, riparazione in attesa, riparazione non riuscita) e per condurla attraverso una sequenza di
passaggi che riporteranno l'istanza allo stato integro. Pertanto, harep è principalmente
pensato per essere eseguito regolarmente e frequentemente utilizzando un cron job, in modo che possa effettivamente seguire
l'istanza lungo tutto il processo. Ad ogni corsa, harep aggiornerà i tag a cui aggiungerà
istanze che descrivono il suo stato di riparazione e invieranno lavori che effettivamente eseguono il
necessarie operazioni di riparazione.

Per impostazione predefinita, harep segnala solo lo stato di salute delle istanze, ma non ne esegue alcuna
azione, in quanto potrebbero essere potenzialmente pericolosi. Pertanto, harep toccherà solo
istanze su cui è stato esplicitamente autorizzato a lavorare.

I tag che abilitano harep, possono essere associati a singole istanze, oppure a un nodegroup oa
l'intero cluster, interessando quindi tutte le istanze in esso contenute. I possibili tag
condividere la struttura comune:

ganeti:watcher:autorepair:

dove può assumere i seguenti valori:

· fix-storage: consente la sostituzione del disco o corregge il backend senza influire sull'istanza
stesso (secondario DRBD rotto)

· migrare: consentire la migrazione dell'istanza

· failover: consente il riavvio dell'istanza sul secondario

· reinstallare: consente di ricreare i dischi e reinstallare l'istanza

Ogni elemento nell'elenco dei tag, include tutte le autorizzazioni del precedente,
dove fix-storage è il meno potente e reinstall è il più potente.

Nel caso in cui più tag di autoriparazione agiscano sulla stessa istanza, solo uno può effettivamente essere
attivo. Il conflitto viene risolto secondo le seguenti regole:

1. se più tag sono nello stesso oggetto, il meno distruttivo ha la precedenza.

2. se i tag sono tra oggetti, vince il tag più vicino.

Esempio: un cluster ha istanze I1 e I2, dove I1 ha il tag di failover e il cluster
ha sia fix-storage che reinstall. L'istanza I1 potrà eseguire il failover, l'I2
istanza solo per fix-storage.

LIMITAZIONI


Harep non rileva autonomamente alcun guasto hardware, si basa sul fatto che i nodi siano
contrassegnato come offline dall'amministratore.

Inoltre, harep attualmente funziona solo per le istanze con i modelli drbd e disco normale.

Entrambi questi problemi saranno affrontati da un nuovo demone di manutenzione nelle future versioni di Ganeti,
che sostituirà l'harep.

VERSIONI


Le opzioni che possono essere passate al programma sono le seguenti:

-L presa di corrente, --luxi=*presa*
raccogliere i dati tramite Luxi, opzionalmente utilizzando il dato presa di corrente sentiero.

--job-delay=*secondi*
inserire questo ritardo prima dell'esecuzione dei lavori di riparazione per consentire allo strumento di
continuare a elaborare le istanze.

SEGNALAZIONE BUG


Segnala bug al sito web del progetto (http://code.google.com/p/ganeti/) o contatta il
sviluppatori che utilizzano la mailing list Ganeti (ganeti@googlegroups.com).

Usa harep online utilizzando i servizi onworks.net


Ad


Ad