IngleseFranceseSpagnolo

Esegui server | Ubuntu > | Fedora > |


Favicon di OnWorks

llvm-cov-3.5 - Online nel cloud

Esegui llvm-cov-3.5 nel provider di hosting gratuito OnWorks su Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

Questo è il comando llvm-cov-3.5 che può essere eseguito nel provider di hosting gratuito OnWorks utilizzando una delle nostre molteplici workstation online gratuite come Ubuntu Online, Fedora Online, emulatore online Windows o emulatore online MAC OS

PROGRAMMA:

NOME


llvm-cov - emette informazioni sulla copertura

SINOSSI


lvm-cov [opzioni] SOURCEFILE

DESCRIZIONE


Il termoprotettore lvm-cov lo strumento legge i file di dati sulla copertura del codice e visualizza le informazioni sulla copertura per
un file sorgente specificato. È compatibile con il gcov strumento dalla versione 4.2 di GCC e
potrebbe anche essere compatibile con alcune versioni successive di gcov.

Per utilizzare llvm-cov, devi prima creare una versione strumentata della tua applicazione che
raccoglie i dati di copertura durante l'esecuzione. Compila con il -fprofile-archi e -ftest-copertura
opzioni per aggiungere la strumentazione. (In alternativa, puoi usare il --copertura opzione,
che include entrambe le altre opzioni.) Dovresti compilare con informazioni di debug
(-g) e senza ottimizzazione (-O0); in caso contrario, i dati di copertura non possono essere accurati
ricollegato al codice sorgente.

Al momento della compilazione del codice strumentato, a .gcno file di dati verrà generato per
ogni file oggetto. Queste .gcno i file contengono metà dei dati di copertura. L'altra metà di
i dati provengono da .gcda file che vengono generati quando si esegue il programma instrumentato,
con un separato .gcda file per ogni file oggetto. Ogni volta che si esegue il programma, il
i conteggi delle esecuzioni vengono sommati a quelli esistenti .gcda file, quindi assicurati di rimuovere quelli vecchi
file se non si desidera che il loro contenuto sia incluso.

Per impostazione predefinita, il .gcda i file sono scritti nella stessa directory dei file oggetto, ma
puoi sovrascriverlo impostando il GCOV_PREFIX e GCOV_PREFIX_STRIP ambiente
variabili. Il GCOV_PREFIX_STRIP variabile specifica un numero di componenti della directory da essere
rimosso dall'inizio del percorso assoluto alla directory del file oggetto. Dopo lo spogliarello
quelle directory, il prefisso da GCOV_PREFIX variabile viene aggiunta. Questi ambienti
le variabili consentono di eseguire il programma strumentato su una macchina in cui l'oggetto originale
le directory dei file non sono accessibili, ma sarà necessario copiare il file .gcda file indietro
alle directory dei file oggetto in cui llvm-cov si aspetta di trovarli.

Dopo aver generato i file dei dati di copertura, eseguire llvm-cov per ciascun file sorgente principale
dove si desidera esaminare i risultati della copertura. Questo dovrebbe essere eseguito dalla stessa directory
dove in precedenza hai eseguito il compilatore. I risultati per il file sorgente specificato sono
scritto in un file denominato aggiungendo a .gcov suffisso. È anche disponibile un file di output separato
creato per ogni file incluso dal file sorgente principale, anche con a .gcov suffisso aggiunto.

Il contenuto di base di un file di output llvm-cov è una copia del file sorgente con an
conteggio dell'esecuzione e numero di riga anteposto a ogni riga. Il conteggio delle esecuzioni è mostrato come -
se una riga non contiene alcun codice eseguibile. Se una riga contiene codice ma quel codice era
mai eseguito, il conteggio viene visualizzato come #####.

VERSIONI


-un, --tutti i blocchi
Visualizza tutti i blocchi di base. Se ci sono più blocchi per una singola riga di sorgente
codice, questa opzione fa sì che llvm-cov mostri il conteggio per ogni blocco invece che solo
un conteggio per l'intera linea.

-B, --probabilità-diramazione
Visualizza le probabilità condizionali del ramo e un riepilogo delle informazioni sul ramo.

-C, --conta-rami
Visualizza i conteggi dei rami invece delle probabilità (richiede -b).

-F, --riassunti-funzione
Mostra un riepilogo della copertura per ciascuna funzione invece di un solo riepilogo per un
intero file sorgente.

--Aiuto Visualizza le opzioni disponibili (--help-hidden per ulteriori informazioni).

-l, --nomi-file-lunghi
Per l'output di copertura dei file inclusi dal file sorgente principale, aggiungi il file principale
nome seguito da ## come prefisso ai nomi dei file di output. Questo può essere combinato con
l'opzione --preserve-paths per utilizzare percorsi completi sia per il file principale che per il
file incluso.

-n, --nessuna uscita
Non emettere nessuno .gcov File. Le informazioni di riepilogo sono ancora visualizzate.

-o= , --directory-oggetto= , --file-oggetto=
Trova oggetti in DIR o in base al percorso di FILE. Se specifichi un oggetto particolare
file, i file dei dati di copertura dovrebbero avere lo stesso nome di base con .gcno
e .gcda estensioni. Se specifichi una directory, i file sono previsti in quella
directory con lo stesso nome di base del file di origine.

-P, --preserve-percorsi
Conserva i componenti del percorso durante la denominazione dei file di output della copertura. In aggiunta a
nome del file di origine, includi le directory dal percorso a quel file. Il
le directory sono separate da # personaggi, con . directory rimosse e ..
directory sostituite da ^ caratteri. Se utilizzato con l'opzione --long-file-names,
questo vale sia per il nome del file principale che per il nome del file incluso.

-u, --rami-incondizionati
Includere rami incondizionati nell'output per l'opzione --branch-probabilities.

-versione
Visualizza la versione di llvm-cov.

EXIT STATUS


lvm-cov restituisce 1 se non è in grado di leggere i file di input. In caso contrario, esce con zero.

Usa llvm-cov-3.5 online utilizzando i servizi onworks.net


Ad


Ad